Condividi oragiovane:      





 

Sussidio "Zakar-Memorie di Futuro" - Estate Ragazzi 2012

Logo Zakar Grest 2012A partire dalla Strenna 2012 del Rettor Maggiore dei Salesiani, che invita alla lettura delle “Memorie dell’Oratorio” di Don Bosco, il sussidio “Zakar – Memorie di futuro” mette al centro il tema della “memoria”.
La parola “Zakar”, in lingua ebraica, significa proprio “fare  memoria”, ossia considerare e rendere presenti alcuni aspetti decisivi per la vita di ogni uomo e credente.
Anche i bambini e i ragazzi che partecipano ad una esperienza  estiva sono invitati a fare memoria, cioè a prendere in considerazione e a mettere a frutto alcune condizioni fondamentali di un autentico progetto di vita, da elaborare da protagonisti. Perciò si tratta di:
riconoscere e valorizzare il POSITIVO presente in ciascuno (e che Don Bosco sapeva intravvedere in ogni ragazzo);
far fronte alle difficoltà e alle paure con la TENACIA che deriva dalla fiducia in se stessi e dal riconoscimento dei “segni” presenti sul cammino della vita di ognuno;
• prendere coscienza della dimensione della MULTICULTURALITÀ come condizione privilegiata entro la
quale crescere insieme agli altri;
far scaturire NOVITÀ, e quindi futuro, dalla memoria del positivo riconosciuto in se stessi, della tenacia
che deve segnare le azioni, dalla ricchezza presente in ogni cultura.
• In occasione del primo anno di preparazione al Bicentenario di Don Bosco, SPECIALE GIORNATA del grest “Zakar-Memorie di Futuro” dedicata alla riscoperta della Storia di Don Bosco,  attraverso racconti, giochi, preghiere, attività e laboratori manuali, pensati per la Famiglia Salesiana.

Attachments:
Download this file (volantino Zakar.pdf)Volantino presentazione Zakar - Sussidio 2012[Volantino presentazione Zakar - Sussidio Estate Ragazzi e Grest 2012]1144 Kb
 
Sussidio "Zakar - Memorie di Futuro" - Progetto, finalità e destinatari

Zakar. Memorie di futuro” è uno strumento per l’animazione e la formazione di bambini e ragazzi.
Ambientate nell’antico Egitto, le avventure che fanno da cornice narrativa all’intero sussidio, pongono al centro il tema della memoria, elemento prezioso e indispensabile perché i bambini/ragazzi facciano davvero “esperienza” e per diventare protagonisti del proprio “progettarsi” come persone.
Le sedici tappe (“memorie”) del sussidio offrono l’occasione per coinvolgere bambini e ragazzi con giochi, lavori di gruppo, musica, laboratori manuali, preghiere, ecc.
Si tratta di proposte e materiali che intendono stimolare gli animatori – giovani e adulti – ad una creativa opera di “progettazione educativa”: nessun testo, infatti, può essere risolutivo ma si rivela utilissimo là dove gli “attrezzi” suggeriti siano impiegati in un originale piano di lavoro attento ai vari contesti in cui bambini e ragazzi sono inseriti.

Perciò, destinatari del progetto sono tutti coloro che desiderino offrire ai più piccoli e ai giovani animatori occasioni di costruzione personale e sociale nel metodo dell’animazione culturale:

- parrocchie,
- oratori,
- centri di aggregazione,
- scuole.

Il sussidio è pensato per essere utilizzato nel tempo privilegiato dell’estate (Grest, Centri Estivi, Campi Scuola) così come durante l’anno educativo-pastorale-scolastico (Scout, percorsi annuali, ACR, doposcuola) o in esperienze residenziali di breve durata (Campi Invernali, Weekend).
La scelta di inserire nel fascicolo Progetto e formazione animatori i contributi destinati agli educatori, è tesa a sottolineare la centralità dell’esperienza formativa dell’animatore che precede il suo incontro con i più giovani e se ne fa garante.

 
TEMA FORMATIVO DEL SUSSIDIO "Zakar- Memorie di Futuro"

La facoltà della memoria è grandiosa. Ispira quasi un senso di terrore, Dio mio, la sua infinita e profonda complessità. E ciò è lo spirito, e ciò sono io stesso” (Agostino d’Ippona, Confessioni, Libro X)

Zakar. Memorie di futuro nasce in un contesto educativo che si ispira alla sensibilità pedagogica e spirituale di don Bosco. Per questo motivo la tematica formativa del sussidio prende spunto dalla Strenna che il Superiore Generale dei Salesiani, don Pasqual Chavez, ha formulato per il 2012: Conoscendo e imitando Don Bosco, facciamo dei giovani la missione della nostra vita.
L’invito a conoscere e approfondire la ricchezza dell’esperienza umana ed educativa di don Bosco, a partire dalla lettura delle sue Memorie dell’Oratorio, è stato interpretato nel presente sussidio come l’occasione per mettere al centro il tema della “memoria”. La parola zakar, in lingua ebraica, significa proprio “fare memoria”.

La memoria è una dimensione fondamentale per la vita di ogni uomo. Senza memoria non c’è l’apprendimento e nemmeno il pensiero; le azioni e l’adattamento all’ambiente di vita diventano impossibili; senza di essa non si potrebbero ricordare le parole e i nomi, ma non si riconoscerebbero nemmeno i volti o i luoghi.
Nel linguaggio quotidiano la parola “memoria” ricorre spesso. Il più delle volte la si riduce a capacità di ricordare le nozioni essenziali per superare, ad esempio, una verifica a scuola; la si invidia a chi ne ha “tanta” e molti si rassegnano ad averne “poca”! La “memoria” è poi frequentissima nel linguaggio dell’informatica: molti adolescenti sanno tutto su memory card, RAM, registri di memoria, memoria volatile, ecc. Se ne parla in continuazione.
Ma la “memoria” è anche indispensabile per la vita delle società umane: si commemorano grandi eventi, si celebrano le feste e ci si riconosce attorno ad alcuni valori proprio perché l’uomo è in grado di “fare memoria”. Nelle letterature di ogni tempo s’incontrano varie testimonianze di Memorie. Numerose opere letterarie rivelano l’impegno di tanti personaggi del passato a voler ricordare e lasciare traccia del proprio percorso di vita: quasi per farsi “rintracciare” e non lasciar cadere quanto ritenevano più prezioso: la loro stessa esperienza di vita.
Ma a ben guardare, ogni “memoria” è il segno evidente che l’uomo è alla ricerca… di se stesso! Si volge lo sguardo al passato per dare senso alla propria vita; ci si guarda “dentro” per una profonda esigenza di verità e autenticità; l’anamnesi è il presupposto indispensabile per qualsiasi terapia e cura: la “cura di sé” e della propria (e nostra) umanità.

Leggi tutto...
 
"Zakar - Memorie di Futuro" Sussidio Estate ragazzi- PRESENTAZIONE DELL STORIA

Zakar tema grest estate ragazzi 2012

Di seguito vi presentiamo in anteprima l'estratto della storia del nuovo sussidio estate 2012 per grest, estate ragazzi con la solita attenzione all'adattabilità per campi scuola.

«Le Terre Lontane si faranno vicine: la Grande Tavola suggellerà l’incontro che porterà alla Ricchezza dell’Essere. Occorrerà perdersi per trovare la via, lasciarsi trovare per poter cercare, raccogliere ciò che separa, rivelare ciò che batte, perché se due sono le entrate una sola è l’uscita: la Stele degli Inizi è la chiave per aprire il cancello del ritorno. L’occhio e il fuoco si uniranno e la salvezza giungerà al Primo, ai Molti e ai Cinque. La prima porta si apre: nei Cerchi del Tempo, Zakar vi attende!»

Può un gioco di ruolo ambientato nell’Antico Egitto trasformarsi in realtà? Ovviamente no, a meno che qualcuno non abbia la stravagante idea di pronunciare alcune strane parole trovate nell’antico Papiro del Sole...
Ed è così che Giovanni, Lin-Cho, Abdul e Ricky (ai quali si unirà ben presto anche una nuova amica: Patty) si trovano improvvisamente catapultati nell’Oasi della Visione, da dove inizia la loro avventura per trovare la Stele degli Inizi, nascosta all’interno di Zakar, la misteriosa Piramide della Memoria. Solo così potranno tornare a casa, salvando allo stesso tempo gli abitanti dell’Antico Egitto dalla Maledizione della Dimenticanza, scagliata dal malvagio Er-Ase.
Veggenti e scarabei, mummie e labirinti, enigmi e nickname, spie e trabocchetti di ogni genere... molte sono le insidie e i pericoli che i cinque Ricercatori dovranno affrontare. Tra paura e divertimento, momenti di sconforto e atti di coraggio, i ragazzi impareranno a conoscersi e cresceranno nell’amicizia, scoprendo come ciascuno di loro ha qualcosa di importante da donare agli altri, pur nella diversità di caratteri, culture e tradizioni.

Accompagnati dalla simpatica scimmietta Zira, bambini e ragazzi sono invitati a unirsi ai cinque amici nella loro difficile ricerca, per scoprire come il ricordo del Passato può diventare Memoria di Futuro, pronta a generare sempre nuova vita, se sapremo allargare gli orizzonti e impegnarci in prima persona!

La storia del sussidio è liberamente tratta dal racconto inedito “Zakar – La Piramide della Memoria” scritto da Gilberto Ruzzante.


La storia drammatizzata ha caratterizzato in modo più ampio o diverso i diversi luoghi, episodi e personaggi, al fine di consentirne la realizzazione anche senza grandi mezzi e di integrare tutti gli aspetti formativi che sono alla base del progetto educativo del sussidio.

 
Magliette Grest Bambino Zakar

"Estate ragazzi, grest, campi estivi..." qualsiasi sia il mondo in cui la vostra realtà chiami il servizio di animazione estiva dei più piccoli, non mancherà l'esigenza di far indossare ai bambini delle varie squadre una t-shirt di riconoscimento.

Uno strumento molte volte sottovalutato, ma che il Team Oragiovane da anni si impegna a sostenere con una particolare cura nella progettazione e nella realizzazione.
Per qualcuno potrà risultare strano il sentir parlare di educazione a riguardo di una t-shirt bambino legata alla proposta estiva dei grest (estate ragazzi o campi estivi) ma crediamo sia giusto valorizzarne la sua funzione.

La t-shirt indossata dal bambino non identifica soltanto la propria squadra, ma è - diciamo quasi - una porta per entrare nel "mondo" del grest.

Il bambino infatti durante l'estate desidera partecipare al mondo narrato dalla storia (cornice narrativa) e desidera immedesimarsi nelle avventure narrate dai protagonisti, condividendo gioie, dolori, fatiche, obiettivi ecc...

Parlare di educazione attraverso un t-shirt non risulta, dunque, improprio dal momento che il bambino riconosce il sistema di valori proposto dai protagonisti del grest attraverso l'identificazione dei protagonisti stampati sulla maglietta.

 

Leggi tutto...
 
  • «
  •  Inizio 
  •  Prec. 
  •  1 
  •  2 
  •  3 
  •  Succ. 
  •  Fine 
  • »


Pagina 1 di 3
Martedì 26 Settembre 2017
Oragiovane ONLUS - P.IVA/C.F. 04453110282 - Via degli Zabarella, 29 - 35142 Padova (PD) - info@oragiovane.it - tel. +39 049 09.64.534